Risultati della ricerca per: NATO


NSPA consegna infrastrutture alla NATO AGS FORCE di Sigonella

SIGONELLA, ITALIA – Il 28 novembre si è svolta la cerimonia di consegna presso la Base Operativa Principale di Sigonella, sede dei cinque velivoli a pilotaggio remoto RQ-4D dell’Alliance Ground Surveillance (AGS) e della NATO AGS FORCE (NAGSF).
Da sinistra a destra: Dott. Emanuele Meli, Chair of the NATO Investment Committee; Generale Ispettore Giancarlo Gambardella, Direttore di GENIODIFE, Ms Stacy Cummings, NSPA General Manager e Brigadier General Andrew Clark, NAGSF Commander, al taglio del nastro durante la cerimonia.
Da sinistra

Terrorismo: il progetto NATO-ENEA per proteggere aeroporti, stazioni e metro

Il ‘Guardian Angel’ hi-tech sperimentato con Polizia di Stato e ATAC nella metro A di Roma.
(Fonte: ENEA)
(Fonte: ENEA)

Un occhio di falco dotato di particolari strumenti tecnologici, fra cui, tecnologie radar e di spettroscopia ottica con una rete di …

I mezzi ex Patto di Varsavia che tuttora sono presenti nelle forze armate NATO: le armi leggere e le unità navali

In questo terzo ed ultimo articolo andremo ad osservare le armi leggere e le unità navali derivate o di fornitura sovietica che permangono nelle fila di alcuni paesi della NATO.
Soldati slovacchi armati con vz.58V (Fonte: NATO)

mezzi

mezzi
Soldati slovacchi armati con vz.58V (Fonte: NATO)

Dopo aver trattato …

I mezzi ex Patto di Varsavia che tuttora sono presenti nelle forze armate Nato: la difesa aerea 

In questo secondo articolo della trilogia andremo a concentrarci sui mezzi aerei ad ala fissa e rotante e contraerei presenti negli organici di alcune nazioni della Nato.
Mig 29 Fulcrum Polish Air Force (Fonte: NATO Air Command)

mezzi
Mig 29 Fulcrum Polish Air Force (Fonte: NATO Air Command)

Dopo aver trattato …

I mezzi ex Patto di Varsavia che tuttora sono in forza agli eserciti Nato: i corazzati

In questo primo articolo di una trilogia su mezzi ed armi ex Patto di Varsavia presenti negli organici della Nato andremo ad osservare i veicoli corazzati e blindati, in particolare i carri armati T 72. Anche in questa occasione sono

La Nato è pronta per la guerra, ma non mancano le contraddizioni

Dal Mar Baltico ai paesi dell’Europa occidentale, passando dalla Turchia: ecco come la Nato si prepara ad un’eventuale guerra con la Russia.
Un SU-27_Flanker russo scortato da un Typhoon nei cieli del Baltico.
Un SU-27_Flanker russo scortato da un Typhoon nei cieli del Baltico.

È difficile prevedere quali saranno i risvolti …

Il nuovo approccio UE e NATO: fondi e procedure per prepararsi al futuro

Gli ultimi anni ci hanno mostrato la volontà dei governi, attraverso le istituzioni internazionali euro-atlantiche, di mantenere e aumentare il vantaggio strategico sulle tecnologie di sicurezza cibernetica. La sfida più grande sarà pianificare come affrontare i prossimi anni.
(Fonte: dalla rete)
(Fonte: dalla

L’Italia con il Regno Unito per lo sviluppo del radar ECRS Mk2 destinato al Typhoon Eurofighter

Ingegneri del sito Leonardo di Nerviano (Milano) raggiungeranno quello di Edimburgo per unirsi al team incaricato di progettare il radar riconfigurabile che BAE Systems integrerà sul caccia multiruolo europeo. Nel frattempo, l’azienda italiana ha firmato un accordo con l’UK MoD

Il Trophy Active Protection System selezionato per i Challenger 3 britannici

Il sistema di protezione attiva per mezzi corazzati sviluppato da Rafael sarà integrato anche sui nuovi carri da battaglia del British Army dopo essere stato fornito agli MBT Merkava e agli APC Namer delle Forze di Difesa Israeliane, nonché agli

“Ghostwriter”: la campagna anti-NATO degli hacker russi nella regione baltica

La società di sicurezza informatica statunitense FireEye ha rilevato nel 2020 un’attività condotta da cyber criminali per influenzare l’opinione pubblica di Lituania, Lettonia e Polonia riguardo alla presenza dellAllenza Atlantica in Europa orientale. L’operazione è tutt’ora in corso