Pubblicati bandi ASAP – 185mln di euro entro Dicembre

Ott 20 2023
Paolo Buda
Entra nel vivo per i produttori di munizionamento l’accesso ai fondi stanziati dall’ UE per il ripristino delle scorte.
Missile Spear (Foto da MBDA)
Missile Spear (Foto da MBDA)

L’Unione Europea, nell’ambito del regolamento ASAP (Atto in Supporto della Produzione di Munizioni), ha presentato diverse nuove iniziative per potenziare la produzione di munizioni e altri componenti legati alla difesa per il periodo 2023-2025.

Sono infatti state pubblicate sul portale “Funding & Tenders” della Commissione Europea i bandi di accesso alle “call” individuate per il 2023. Data chiusura finestra per la presentazione dei progetti: 13 dicembre 2023. Vengono stanziati, per questa prima tranche di finanziamenti 185mln di euro sul totale di quasi 500mln deliberate a Maggio 2023.

Abbiamo provato ad analizzare le 7 call al fine di comprenderne requisiti, vantaggi e modalità di erogazione.

Da una prima analisi si comprende come siano progetti rivolti ai pochi produttori in Europa di munizionamenti, esplosivi, carburanti. Infatti se ogni progetto ambisse al massimo della capienza messa a disposizione dall’UE per coprirne il valore sarebbero poco più di una ventina i progetti interamente finanziati e coperti al 100%, rappresentando una linea di finanziamenti molto specifica e poco inclusiva per chi non è già del comparto. E’ invece interessante sottolineare come la possibilità di creare consorzi, permetta di attirare competenze nate in altri comparti per affrontare insieme la sfida di crescita di un comparto, per troppo tempo ipofinanziato e in grado di mantenere solo il minimo indispensabile della produzione e della scorta dei magazzini degli eserciti dei paesi UE.

Questo appare abbastanza evidente, visto lo sterile contributo del comparto in Europa a vantaggio di migliori condizioni di mercato ottenute dai Paesi UE sia dagli USA che da altri produttori “alleati” extra UE.

Le sette call si dividono per centri di interesse, pur mantenendo tutte una serie di fattori comuni strategici, individuati nella strategia ASAP, approvata già a Maggio di quest’anno:

• superare i colli di bottiglia nelle catena di produzione che si sono evidenziati sin dalla crisi innescata dallo scoppio della guerra di aggressione russa contro l’Ucraina;

• favorire una crescita di cooperazione transfrontaliera in grado di aumentare i tempi di produttività e la consegna tempestiva di munizioni d’artiglieria, mortai e razzi.

Le prime due, riguardano proprio progetti legati alla produzione di esplosivi: il Budget previsto per ASAP-2023-LS-XPL-STEP e ASAP-2023-LS-XPL-FAST 190mln di euro, con un massimo contributo per progetto, nel caso di STEP di 65mln di euro e di FAST 20mln di euro.

Le successive due call riguardano invece progetti volti a finanziare la produzione di “polvere da sparo”, dotazione totale finanziaria di 144mln di euro, con un massimo contributo per progetti di 47mln di euro per i progetti ASAP-2023-LS-POW-STEP e di 10mln di euro per i progetti ASAP-2023-LS-POW-FAST.

ASAP-2023-LS-SHL e ASAP-2023-LS-IPC finanziano invece progetti STEP e FAST (come in precedenza definiti) per  cartucce e missili, con una dotazione totale di 130mln di euro e una copertura per progetto di 22,5mln di euro per STEP e di 10mln di euro per FAST.

In conclusione ASAP-2023-LS-TRC, una call che intende favorire il finanziamento di progetti di certificazione delle attività di testing e ricondizionamento di proiettili per artiglieria: qui la dotazione totale è di 4,35mln di euro con un totale finanziato per progetto pari a 2mln di euro.

Finanziamenti: L’UE finanzierà il 100% dei costi diretti ammissibili legati a determinate attività. I costi indiretti saranno determinati come una percentuale fissa del 7% del totale dei costi diretti ammissibili.

Criteri di assegnazione: La Commissione valuterà le proposte in base a diversi criteri, tra cui l’aumento della capacità produttiva nell’Unione, la riduzione dei tempi di produzione, l’eliminazione dei colli di bottiglia, la resilienza attraverso la cooperazione transfrontaliera, il supporto agli acquisti e la qualità del piano di attuazione dell’azione.

Ecco una tabella schematica che riassume le informazioni sulle chiamate:

Nome CallFocalizzazioneBudget Indicativo (EUR)Contributo EU Massimo per Progetto (EUR)
ASAP-2023-LS-XPL-STEPProduzione di esplosivi (eliminazione dei colli di bottiglia, cooperazione transfrontaliera)130,000,00065,000,000
ASAP-2023-LS-XPL-FASTProduzione di esplosivi (riduzione dei tempi di produzione)60,000,00020,000,000
ASAP-2023-LS-POW-STEPProduzione di polveri (eliminazione dei colli di bottiglia, cooperazione transfrontaliera)94,000,00047,000,000
ASAP-2023-LS-POW-FASTProduzione di polveri (riduzione dei tempi di produzione)50,000,00010,000,000
ASAP-2023-LS-SHL-IPCProduzione di proiettili90,000,00022,500,000
ASAP-2023-LS-MIS-IPCProduzione di missili40,000,00010,000,000
ASAP-2023-LS-TRC-AMCertificazione di test e ricondizionamento per munizioni d’artiglieria4,350,0002,000,000

Quali i criteri di eleggibilità utilizzati per definire i punteggi dei progetti da finanziare:

CRITERIOSPESE ELEGGIBILIPREMIO
Incremento della capacità produttiva nell’Unione:

l’ottimizzazione e l’espansione delle capacità produttive esistenti o la creazione di nuove capacità per i prodotti di difesa. Ciò include la modernizzazione e l’adeguamento delle attrezzature e la considerazione di come le materie prime e i componenti vengono utilizzati nella produzione. L’obiettivo è aumentare la capacità produttiva e ridurre i tempi di produzione, anche attraverso l’acquisto di nuove attrezzature e strumenti necessari.Aumento della capacità produttiva nell’Unione: il contributo dell’azione all’aumento, all’accelerazione o alla riserva delle capacità produttive, alla loro modernizzazione o alla riqualificazione e al miglioramento delle competenze della forza lavoro correlata.
(b) Riduzione dei tempi di produzione:L’istituzione di partenariati industriali transfrontalieri, compresi attraverso partenariati pubblico-privati o altre forme di cooperazione industriale, in uno sforzo industriale congiunto, comprese le attività che mirano a coordinare l’approvvigionamento o la riserva di componenti e le corrispondenti materie prime nella misura in cui tali componenti e materie prime vengono utilizzati come input diretto per la produzione di prodotti di difesa pertinenti, nonché per coordinare le capacità produttive e i piani di produzioneRiduzione dei tempi di produzione: il contributo dell’azione alla soddisfazione tempestiva della domanda espressa attraverso gli approvvigionamenti in termini di riduzione dei tempi di produzione, anche tramite meccanismi di riprioritizzazione degli ordini
(c) Eliminazione dei colli di bottiglia nella produzione e nella fornitura:La costruzione e la messa a disposizione di capacità produttive di riserva per prodotti di difesa rilevanti, i loro componenti e le materie prime corrispondenti, nella misura in cui tali componenti e materie prime vengono utilizzati come input diretto per la produzione di prodotti di difesa rilevanti, in conformità con i volumi di produzione ordinati o pianificati.Eliminazione dei colli di bottiglia nella fornitura e nella produzione: il contributo dell’azione alla rapida identificazione e all’eliminazione rapida e duratura di qualsiasi collo di bottiglia nella fornitura (materie prime e qualsiasi altro input) o nella produzione (capacità di fabbricazione).
(d) Resilienza attraverso la cooperazione transfrontaliera:La sperimentazione, compresa l’infrastruttura necessaria, e, se appropriato, la certificazione di ricondizionamento dei prodotti di difesa rilevanti, al fine di affrontare la loro obsolescenza e renderli utilizzabili dagli utenti finali.        Resilienza attraverso la cooperazione transfrontaliera: il contributo dell’azione allo sviluppo e all’operatività della cooperazione transfrontaliera tra imprese stabilite in diversi Stati membri o paesi associati, coinvolgendo in particolare, in misura significativa, PMI o imprese di medie dimensioni come beneficiari, come subappaltatori o come altre imprese nella catena di approvvigionamento.        
(e) Supporto agli approvvigionamenti:La formazione, il riqualificamento o l’aggiornamento delle competenze del personale in relazione alle attività menzionate nei punti (a) a (d).        Supporto agli acquisti: la dimostrazione da parte dei richiedenti del legame tra l’azione e i nuovi ordini derivanti dall’acquisto congiunto di prodotti di difesa rilevanti da parte di almeno tre Stati membri o paesi associati, in particolare se effettuato in un quadro dell’Unione.        
(f) Qualità del piano di attuazione dell’azione:Il miglioramento dell’accesso ai finanziamenti per gli operatori economici rilevanti attivi nella produzione o nella messa a disposizione di prodotti di difesa pertinenti, mediante la compensazione di qualsiasi costo aggiuntivo derivante specificamente dal settore dell’industria della difesa, per investimenti relativi alle attività menzionate nei punti (a) a (e).        La qualità del piano di attuazione dell’azione, anche in termini dei suoi processi e monitoraggio.        

Solo per i progetti di validazione delle certificazioni di testing e recording non sono indicati i criteri di elegibilità (a), (c), (d).

Sono stati infine stanziati 677.699 euro per attività di comunicazione ed informazione relative ad ASAP che la commissione provvederà ad assegnare attraverso bandi ad evidenza pubblica sulla piattaforma della Commissione Europea.

Infine sono stati assegnati 30mln di euro per la creazione di un Fondo di Accelerazione che dovrà sostenere l’aumento delle capacità produttive nel settore delle munizioni e dei missili, offrendo opportunità per una maggiore disponibilità di fondi alle aziende lungo le catene del valore finanziamenti.

Il fondo avrà i seguenti obiettivi:

  1. migliorare l’effetto leva della spesa del bilancio dell’Unione e raggiungere un effetto moltiplicatore più elevato in termini di attrazione di finanziamenti dal settore privato;
  2. fornire sostegno alle aziende che hanno difficoltà ad accedere ai finanziamenti e affrontare la necessità di sostenere la resilienza dell’industria della difesa dell’Unione;
  3. accelerare gli investimenti nel campo della produzione di prodotti di difesa rilevanti e sfruttare i finanziamenti sia dal settore pubblico che privato, aumentando al contempo la sicurezza dell’approvvigionamento per l’intera catena del valore dell’industria della difesa dell’Unione;
  4. migliorare l’accesso ai finanziamenti per gli investimenti legati alle attività menzionate nell’articolo 8(3), punti (a) a (e), del Regolamento (UE) 2023/1525.
Foto da Unsplash.
Foto da Unsplash.
ASAP: una grande opportunità per l’Unione Europea

ASAP è una risposta diretta alla richiesta del Consiglio di fornire urgentemente munizioni e, se richiesto, missili all’Ucraina e di aiutare gli Stati membri a rifornire le loro scorte introducendo misure mirate.

Mirato a consentire un aumento della capacità di produzione di munizioni in tutta Europa, ASAP costituisce la traccia 3 (parte industriale) del cosiddetto approccio a tre tracce del piano di munizioni concordato dal Consiglio.

Le tre tracce sono strettamente interconnesse. Perché gli Stati membri possano utilizzare le loro munizioni in magazzino per sostenere l’Ucraina (traccia 1) e successivamente rifornirle con nuovi ordini (traccia 2), è necessario avere sufficiente fiducia che i produttori europei di munizioni d’artiglieria e missili possano soddisfare tempestivamente la domanda (traccia 3).

La struttura del Programma di Lavoro ASAP è stata informata dai risultati di un esercizio di mappatura della produzione industriale europea di munizioni d’artiglieria. Le informazioni sono state raccolte attraverso:

  • Ricerche e analisi all’interno del Gruppo di Lavoro per gli Acquisti Congiunti di Difesa;
  • Informazioni raccolte durante le visite del Commissario Breton ai principali produttori negli Stati membri dell’UE;
  • Scambi bilaterali con gli stakeholder industriali.

In risposta alla richiesta del Consiglio, la Commissione ha proposto ASAP al Parlamento Europeo e al Consiglio il 3 maggio 2023. I legislatori hanno adottato il Regolamento in un tempo record il 20 luglio 2023. Per mantenere l’impulso e fornire urgentemente gli impatti attesi, la Commissione ha stabilito una tempistica ambiziosa anche per l’adozione del programma di lavoro ASAP e ha potuto rispettarla grazie al sostegno degli Stati membri.

Entro il mese di Dicembre, la prima fase dell’approvvigionamento previsto da ASAP sarà concluso, ad evidenziare l’importanza e l’urgenza che la Commissione ha posto sul tema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *