Thales Alenia Space: tecnologia quantistica a supporto del CYBER 4.0

Nov 29 2021
a cura della Redazione
Insieme ai suoi partner, la joint venture di Thales e Leonardo realizzerà un prototipo di sistema di comunicazione e sincronizzazione sicuro basato sulla Quantum Key Distribution, elemento fondamentale per l’evoluzione delle infrastrutture e dei servizi critici nazionali e internazionali.
Thales Alenia Space ha annunciato il 29 novembre 2021 di essere stata selezionata dal Centro di Competenza nazionale CYBER 4.0 per la realizzazione del progetto “Quantum Communication and Synchronization Testbed”.
Thales Alenia Space ha annunciato il 29 novembre 2021 di essere stata selezionata dal Centro di Competenza nazionale CYBER 4.0 per la realizzazione del progetto “Quantum Communication and Synchronization Testbed”.

Thales Alenia Space, joint ventura fra Thales (67%) e Leonardo (33%), insieme ai suoi partner, ha annunciato oggi (29 novembre) di essere stata selezionata dal Centro di Competenza nazionale CYBER 4.0 per la realizzazione del progetto “Quantum Communication and Synchronization Testbed” basato sulle tecnologie quantistiche. In qualità di coordinatore, TAS, insieme ai partner del progetto Telespazio (joint venture tra Leonardo 67% e Thales 33%) e Micro Photon Devices, con il contributo anche di INRiM (Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica) e della Sapienza Università degli Studi di Roma, realizzerà un prototipo di infrastruttura di comunicazione e sincronizzazione sicura basata sulla distribuzione quantistica delle chiavi crittografiche.

Fra i beneficiari, i settori dell’energia, della comunicazione, dei trasporti e della medicina

Il progetto, nello specifico, ha come obiettivo l’utilizzo di tecnologie quantistiche per garantire la sicurezza della comunicazione “end to end” e un riferimento di tempo accurato. In questo ambito, i sistemi satellitari avranno un ruolo fondamentale. Essi, infatti, permettono di superare i limiti di distanza e permetteranno di garantire l’utilizzo di queste nuove tecnologie per la protezione di dati e riferimenti metrologici di tempo nell’era dei computer quantistici, in grado di mettere in crisi i sistemi di crittografia tradizionali che sono oggi in uso. La disponibilità di un sistema di comunicazione sicura e di un riferimento di tempo accurato e affidabile sono elementi fondamentali per l’evoluzione delle infrastrutture e dei servizi critici nazionali e internazionali, come ad esempio nel campo dell’energia, della comunicazione, dei trasporti e della medicina.

“Nei prossimi anni avremo il dispiegamento di una quantità di nuove infrastrutture in crescita esponenziale legate alla sempre maggiore disponibilità di dati spaziali”, ha commentato Massimo Comparini, amministratore delegato di Thales Alenia Space Italia. “Questi ultimi sono fondamentali per estrarre informazioni su ciò che accade sul Pianeta, al fine di intercettare le evoluzioni globali, quelle su scala più locale e a livello di singola infrastruttura che agisce sul territorio. Si sta aprendo un mondo dove lo sviluppo di algoritmi avanzati e dell’intelligenza artificiale ci aiuta anche a cambiare il modo di costruire i nostri assetti spaziali, con sempre maggiore configurabilità e intelligenza.”

Massimo Comparini, amministratore delegato di Thales Alenia Space Italia.
Massimo Comparini, amministratore delegato di Thales Alenia Space Italia.
Trasferire velocemente dati critici in un formato ancor più protetto dai rischi cyber

Nell’ambito del progetto sarà realizzato un prototipo rappresentativo di una soluzione di collegamento quantistico che integra reti terrestri e collegamenti via satellite, in grado quindi di trasferire velocemente dati critici in un formato ancora più protetto dai rischi di cybersecurity. Il progetto includerà un segmento terrestre in fibra ottica e un segmento rappresentativo dello spazio. Nel segmento di terra, le informazioni e un riferimento di tempo accurato saranno distribuiti su fibra ottica e saranno cifrati con una chiave ottenuta con tecnologie quantistiche di Quantum Key Distribution. Per il segmento “spaziale”, invece, sarà sviluppata la tecnologia per poter eseguire la stessa operazione su distanza di una decina di chilometri in atmosfera, rappresentativi pertanto del tratto più critico di atmosfera per le comunicazioni ottiche dallo spazio.

I collegamenti oggetto della proposta di Thales Alenia Space e dei suoi partner saranno realizzati sfruttando ed estendendo infrastrutture ottiche e quantistiche di rilevanza per il territorio, in particolare la dorsale quantistica in fibra ottica che parte dall’INRiM di Torino (dove viene realizzato il riferimento di tempo Nazionale) e arriva fino a Matera, passando per diverse città italiane tra cui Roma. Sebbene la sicurezza delle informazioni sia da sempre elemento centrale nelle soluzioni spaziali e, in particolare, di Thales Alenia Space, il progresso nello sviluppo di calcolatori quantistici rende obsolete alcune delle soluzioni utilizzate attualmente, tanto nello spazio quanto sulle reti terrestri (internet, banking, etc.). È dunque di particolare interesse per Thales Alenia Space sviluppare nuove soluzioni, e la meccanica quantistica permette di ottenere una sicurezza intrinseca garantita dalle leggi stesse della fisica. Progetti come questo consentono di partire fin da subito sugli sviluppi di queste tecnologie critiche per adeguare le attuali infrastrutture all’era quantistica.

Il Cyber 4.0 è il Centro di Competenza nazionale ad alta specializzazione per la cybersecurity.
Il Cyber 4.0 è il Centro di Competenza nazionale ad alta specializzazione per la cybersecurity.
Cos’è il Cyber 4.0

Cyber 4.0 è il Centro di Competenza nazionale ad alta specializzazione per la cybersecurity che vede tra i suoi soci anche Leonardo, azienda dedicata al presidio delle tecnologie per la sicurezza degli ecosistemi digitali e degli asset strategici. Orientato dai medesimi principi guida del Piano Industria 4.0, il Centro mira a sviluppare la competitività del “Sistema Paese” offrendo a Imprese e Pubblica Amministrazione servizi di orientamento e formazione, nonché finanziando progetti di ricerca e innovazione per innalzare il livello di protezione dal rischio di attacchi cyber a sistemi, processi e asset strategici, aziendali e nazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.