Thales Alenia Space selezionata dall’ESA per il progetto “Moonlight”

Ott 27 2021
a cura della Redazione
La joint venture di Thales e Leonardo si è aggiudicata un contratto per studiare tecniche, modelli e algoritmi funzionali al futuro Sistema di Radionavigazione Lunare, nel quadro del programma che mira a realizzare servizi LCNS a supporto delle missioni di esplorazione del satellite terrestre.
Il logo del programma Moonlight. (Fonte: ESA)
Il logo del programma Moonlight. (Fonte: ESA)

Thales Alenia Space, una joint venture di Thales (67%) e Leonardo (33%), è stata selezionata dall’Agenzia Spaziale Europea (ESA) per studiare tecniche, modelli e algoritmi fondamentali per facilitare un futuro Sistema di Radionavigazione Lunare. Questo contratto fa parte dell’iniziativa Moonlight dell’ESA, che mira a realizzare servizi di comunicazione e navigazione (Lunar Communications and Navigation Services, LCNS) affidabili, comprese le relative infrastrutture, a supporto della prossima generazione di missioni di esplorazione lunare istituzionali e private. L’esplorazione della Luna è una priorità strategica nell’esplorazione dello spazio, sia per l’ESA che per le industrie e renderà possibili le future missioni con equipaggio su Marte.

Cosa prevede il contratto

Questo contratto riguarda la definizione dei concetti di determinazione dell’orbita e di sincronizzazione temporale, dei quadri di riferimento lunari (selenodetici e temporali) e delle tecniche di modulazione del segnale per servizi unidirezionali e bidirezionali applicabili alle future comunicazioni di radionavigazione lunare.
La determinazione dell’orbita e la sincronizzazione del tempo sono fattori chiave per fornire un accurato posizionamento e sincronizzazione temporale ai futuri utenti lunari. Negli ultimi anni la comunità scientifica è stata coinvolta in diversi studi sul sistema di navigazione lunare e, in particolare, su diversi algoritmi di determinazione dell’orbita e di sincronizzazione temporale. Alcuni di questi algoritmi sono stati utilizzati in applicazioni terrestri, ma per l’ambiente lunare si dovrà tenere conto di ulteriori modelli e vincoli tecnologici.

(Fonte: Thales Alenia Space)

Moonlight
(Fonte: Thales Alenia Space)
La partnership tra TAS e Telespazio per lo sviluppo della “Lunar economy”

Questa è la sfida che Thales Alenia Space affronterà in partnership con Telespazio, una joint venture di Leonardo (67%) e Thales (33%), il Centro Nazionale Francese di Studi Spaziali – CNES (Ufficio di geodesia spaziale) e il Politecnico di Torino. Proprio a Telespazio, lo scorso 20 maggio, l’ESA aveva assegnato un contratto per condurre uno studio di fattibilità avanzato riguardante i servizi di comunicazione e navigazione, guidando un consorzio internazionale comprendente anche Inmarsat, Hispasat, Thales Alenia Space (joint venture tra Thales al 67% e Leonardo al 33%), OHB, MDA e Altec, e con il coinvolgimento di piccole e medie imprese quali Nanoracks Europe e Argotec, oltre a università e centri di ricerca come SEE Lab SDA Bocconi e Politecnico di Milano.
Lo studio che dovrà condurre Thales Alenia Space è complementare alle attività in corso della Fase A/B1 che studieranno la fattibilità e la definizione di un futuro Sistema di Radionavigazione Lunare fa parte del progetto inerente i servizi di comunicazione e navigazione, con un contratto guidato da Telespazio. Thales Alenia Space insieme a Telespazio è responsabile della definizione e della progettazione dell’intero sistema, così come della progettazione del segmento spaziale (elementi in orbita attorno alla Luna) e del segmento lunare (elementi sulla superficie della Luna). La sinergia stabilita con Telespazio garantirà l’ottimizzazione della soluzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.