TAS e Officina Stellare: accordo di collaborazione nell’aerospazio

Lug 20 2021
a cura della Redazione
L’intesa fra Thales Alenia Space e l’azienda vicentina arriva sulla scia della cooperazione già intrapresa dalle due società in diversi programmi e riguarda sia gli aspetti industriali, sia lo sviluppo tecnologico e commerciale. Un passo che rafforza la presenza dell’industria italiana del settore in campo internazionale.
Thales Alenia Space e Officina Stellare hanno annunciato un accordo di collaborazione il 20 luglio 2021. (Fonte: TAS)
Thales Alenia Space e Officina Stellare hanno annunciato un accordo di collaborazione il 20 luglio 2021. (Fonte: TAS)

In seguito a recenti collaborazioni in programmi istituzionali e internazionali tra le due società, e in vista della complementarietà di interessi in campi di applicazione strategici della Space Economy, Thales Alenia Space Italia e Officina Stellare hanno firmato oggi (20 luglio) un ampio accordo di cooperazione industriale.
L’accordo in questione mira a mettere a frutto da un lato le capacità sistemistiche, produttive e tecnologiche di Thales Alenia Space (joint venture al 67% di Thales e al 33% di Leonardo) – leader nei settori relativi a telecomunicazioni, navigazione, osservazione della Terra, gestione ambientale, esplorazione, scienza e infrastrutture orbitali – con le competenze tecniche e capacità produttive sviluppate nell’ambito dei sistemi ottici spaziali da Officina Stellare, che ha inoltre l’interesse a consolidare la propria posizione nel mercato dei terminali ottici, basati sia a terra (ground) che nello spazio (space-based).

La condivisione del know-how

Nel perimetro di questa collaborazione, Thales Alenia Space Italia e Officina Stellare condivideranno conoscenze, asset industriali e competenze specifiche, mirando allo sviluppo di soluzioni, applicazioni e prodotti nelle aree di comune interesse, nel pieno rispetto dei rispettivi domini industriali e delle operazioni commerciali proprietarie in essere.
L’accordo riguarderà in particolare le applicazioni e i prodotti per le future infrastrutture di comunicazione ottica Terra-spazio, spazio-spazio, il segmento strategico della Quantum Cryptography, le applicazioni di Space Situational Awareness e debris tracking (consapevolezza della situazione nello spazio e tracciamento dei detriti spaziali), e più in generale le attività nell’ambito delle infrastrutture spaziali basate sulle tecnologie ottiche in ambito nazionale.

Telescopio Officina Stellare. (Fonte: Officina Stellare)
Telescopio Officina Stellare. (Fonte: Officina Stellare)
Il commento dei partner

Massimo Claudio Comparini, Amministratore Delegato di Thales Alenia Space Italia, ha commentato: “Sono particolarmente soddisfatto della cooperazione tra Thales Alenia Space e Officine Stellare, esempio di sviluppo concreto delle tecnologie di punta tra grande impresa, PMI innovative e filiera. Una strategia totalmente in linea con la forte azione propulsiva che Thales Alenia Space sta avviando con le filiere tecnologiche in Europa, in modo particolare in Italia, traguardando le sfide tecnologiche dell’Europa spaziale con grande attenzione allo sviluppo degli investimenti nazionali”.
Da parte sua, Gino Bucciol, socio fondatore e direttore dello sviluppo commerciale di Officina Stellare, ha confermato: “Questo accordo si inserisce perfettamente nell’ambito dello sviluppo dei prodotti e delle applicazioni strategiche nelle quali Officina Stellare ha acquisito conoscenze e consolidato capacità industriali oltre a un ottimo posizionamento sul mercato globale. Ci fa particolarmente piacere che l’intesa con Thales Alenia Space, tra le prime di questo tipo siglate dalla nostra azienda, nasca con un partner di così assoluto rilievo nella scena nazionale e internazionale che ha ben compreso il valore aggiunto dato dalla sinergia con attori innovativi della filiera. Per noi è di grande importanza, come dimostrato da altre attività in corso, dare il nostro contributo affinché l’industria spaziale italiana rafforzi la sua presenza in campo internazionale. E questo accordo va nettamente in tale direzione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *