ENI: accordo per lo sviluppo dell’eolico offshore nel Mare del Nord

Mag 06 2021
a cura della Redazione
La joint venture tra la società del cane a sei zampe e HitecVision ha annunciato un’intesa con l’azienda norvegese del petrolio che mira a sviluppare e realizzare un progetto di energia rinnovabile galleggiante nell’area di Utsira, al largo della Norvegia, in linea con le strategie aziendali per accelerare la transizione energetica.
(Fonte: Vårgrønn)
(Fonte: Vårgrønn)

Equinor e Vårgrønn, la compagnia di energie rinnovabili fondata da HitecVision e ENI, hanno siglato un accordo di collaborazione per la partecipazione congiunta alla procedura competitiva preannunciata dalle autorità norvegesi per lo sviluppo di impianti eolici offshore galleggianti nell’area di Utsira Nord, nella zona ovest di Utsira e Haugalandet, nel Mare del Nord norvegese, una delle aree più rilevanti al mondo per quanto riguarda la disponibilità di risorse eoliche.

Il ministero Norvegese del Petrolio e dell’Energia, infatti, ha identificato due aree per l’assegnazione di concessioni marine destinate allo sviluppo di rinnovabili offshore (Utsira Nord e Sørlige Nordsjø II), e al momento le autorità sono impegnate nella definizione del processo di gara.

Il commento dei partner

Il Mare del Nord ha risorse eoliche tra le più rilevanti al mondo”, ha sottolineato l’executive vice president della divisione New energy solutions di Equinor, Pål Eitrheim. “Un parco eolico a Utsira Nord potrebbe rappresentare il prossimo progetto su larga scala in grado di dare impulso all’industrializzazione dell’eolico offshore galleggiante e di creare nuove opportunità per l’industria norvegese. Insieme a Vårgrønn, siamo impazienti di dare il nostro contributo per un nuovo capitolo nella storia del patrimonio energetico norvegese e per posizionare l’eolico offshore galleggiante quale nuovo settore industriale in grado di accelerare la transizione energetica. Equinor, in qualità di leader nello sviluppo di progetti eolici offshore, ha l’esperienza e le capacità necessarie per sviluppare il prossimo parco eolico offshore galleggiante su vasta scala in Norvegia, dopo quello di Hywind Tampen.

Per conto di Vårgrønn, il CEO Olav Hetland ha dichiarato: “Siamo entusiasti di avviare una partnership con Equinor nell’eolico offshore galleggiante, contribuendo così alla crescita della Norvegia quale nazione leader in campo energetico. Questo progetto sarà fondamentale per il piano di crescita di Vårgrønn e per il conseguimento del nostro obiettivo di raggiungere 1 gigawatt (GW) di capacità installata al 2030. La nascita di un mercato domestico per l’energia da fonte eolica offshore, in particolare con fondazioni galleggianti, sarà cruciale sia per lo sviluppo di un’industria nazionale norvegese in questo settore, sia per il posizionamento di nuove tecnologie in un mercato globale in crescita. Vårgrønn e le aziende che la compongono mettono a disposizione le proprie competenze e il proprio impegno per aiutare lo sviluppo ulteriore di un’industria nuova nell’ambito del settore delle energie rinnovabili in Norvegia”.

Una mappa che indica l’area di Utsira Nord. (Fonte: Equinor)
Una mappa che indica l’area di Utsira Nord. (Fonte: Equinor)
Una collaborazione strategica tra le aziende coinvolte

Vårgrønn è una joint venture tra la società energetica di San Donato Milanese e l’imprenditore e investitore energetico norvegese HitecVision. Equinor ed ENI sono partner anche del progetto Dogger Bank attualmente in costruzione nel Mare del Nord, che, una volta completato, sarà il più grande parco eolico offshore del mondo.

HitecVision ed ENI hanno una collaborazione di lunga data attraverso Vår Energi, la più grande compagnia indipendente di petrolio e gas in Norvegia, nonché partner del progetto Hywind Tampen. Dagli anni ‘80, HitecVision è un importante imprenditore e investitore nel settore energetico, avendo investito, acquisito o costruito più di 200 aziende.

Sia HitecVision che ENI hanno recentemente posizionato le energie rinnovabili al centro delle loro strategie per accelerare la transizione energetica. Vårgrønn si basa sui punti di forza, sull’esperienza e sulla capacità sia di HitecVision che di ENI nel realizzare le proprie ambizioni nel settore delle energie rinnovabili.

Con oltre un decennio di esperienza operativa nel settore eolico offshore galleggiante, Equinor è il principale sviluppatore eolico offshore galleggiante al mondo, con turbine eoliche galleggianti già installate e in produzione. La società norvegese è riuscita a ridurre i costi per ogni progetto eolico offshore galleggiante che ha sviluppato: tra la demo di Hywind nel 2009 e Hywind Scotland nel 2017, la società ha ridotto del 70% gli investimenti per megawatt. Quando Hywind Tampen inizierà il prossimo anno, l’ambizione è di ridurre ulteriormente i costi di oltre il 40%. Per entrambi i progetti eolici offshore galleggianti di Equinor, i fornitori norvegesi hanno dimostrato la loro capacità di competere in un mercato globale, con il 30% di contenuti norvegesi su Hywind Scotland e il 50% su Hywind Tampen.

Da sinistra Olav Hetland, CEO di Vårgrønn, e Pål Eitrheim, executive vice president della divisione New energy solutions di Equinor. (Fonte: Equinor)
Da sinistra Olav Hetland, CEO di Vårgrønn, e Pål Eitrheim, executive vice president della divisione New energy solutions di Equinor. (Fonte: Equinor)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.