Dal Regno Unito una nuova Diver Delivey Unit per le forze speciali

Dic 23 2020
Angelo Pinti
SubSea Craft e BAR Technologies hanno progettato e costruito un’innovativa piattaforma, chiamata VICTA, in grado di navigare sia sopra che sotto la superficie del mare con velocità e autonomia elevate, trasportando un team di incursori in missioni di inserzione ed estrazione furtive.
Il VICTA si tuffa sotto il pelo dell’acqua. Il passaggio dalla navigazione in superficie a quella in immersione richiede appena due minuti. (SubSea Craft)


SubSea Craft BAR VICTA
Il VICTA si tuffa sotto il pelo dell’acqua. Il passaggio dalla navigazione in superficie a quella in immersione richiede appena due minuti. (SubSea Craft)

La britannica SubSea Craft, con il supporto della connazionale BAR Technologies, specializzata in soluzioni di ingegneria navale basate sulla simulazione, ha sviluppato e costruito VICTA, un’unità DDU (Diver Delivey Unit) presentata come la più avanzata del suo genere al mondo, attualmente nella fase di allestimento finale che precede le prove e i test in programma nel corso del 2021. Grazie alla sua esperienza nella fluidodinamica computazionale, BAR Technologies ha progettato e ottimizzato lo scafo (in fibra di carbonio) e il sistema di controllo per consentire a questa innovativa piattaforma di fornire prestazioni notevoli sia sulla superficie del mare, sia in immersione. Le caratteristiche del VICTA, infatti, combinano la velocità, il raggio d’azione e la capacità di un’imbarcazione LRIC (Long-Range Insertion Craft) con la furtività e la versatilità di un veicolo trasportatore SDV (Swimmer Delivery Vehicle), in funzione di un impiego in operazioni marittime, congiunte e speciali. Sebbene sia destinata principalmente al mercato della difesa, questa soluzione tecnologica ha potenziali utilizzi anche nei settori della ricerca, della sicurezza e del tempo libero.

Il principale scenario d’impiego

L’impiego più naturale del VICTA è a supporto delle forze speciali. Lo scenario prefigurato vede il rilascio di un team SF di 6 sommozzatori (in aggiunta ai 2 piloti) a bordo di questo particolare DDU, ad esempio da parte di un elicottero che lo trasporta esternamente e lo cala sulla superficie del mare. A questo punto il VICTA può raggiungere un obiettivo situato a una distanza massima di 250 miglia nautiche (circa 460 km) navigando in superficie a 40 nodi di velocità; oppure, grazie all’autonomia di 4 ore, è in grado di navigare sott’acqua a 30 metri di profondità per 25 miglia nautiche (circa 46 km) alla velocità di 8 nodi, mentre gli operatori imbarcati utilizzano i loro rebreather personali (respiratori che riutilizzano il gas già respirato, consentendo immersioni molto più lunghe e silenziose).

L’innovativa DDU di SubSea Craft e BAR Technologies può essere trasportata esternamente da un elicottero heavy-lift e posata sulla superficie del mare con le 2 persone dell’equipaggio e 6 operatori SF già imbarcati. (SubSea Craft)
L’innovativa DDU di SubSea Craft e BAR Technologies può essere trasportata esternamente da un elicottero heavy-lift e posata sulla superficie del mare con le 2 persone dell’equipaggio e 6 operatori SF già imbarcati. (SubSea Craft)

La DDU di SubSea Craft e BAR Technologies è lungo 11,95 m e largo 2,3 m, con un pescaggio di 0,6 m e un dislocamento a pieno carico di 9,315 t. È caratterizzato da una propulsione ibrida: diesel per la navigazione in superficie ed elettrica per quella in immersione. Il passaggio fra le due modalità avviene in 2 minuti. I sedili sono ergonomici, con sistema di fissaggio a binario per poterli riconfigurare in base ai requisiti di missione, e beneficiano di sistemi avanzati per l’assorbimento degli urti che garantiscono agli operatori una navigazione confortevole anche a velocità elevate.

L’avanzato sistema di controllo fly-by-wire

Al “cuore” del VICTA vi è il sistema di controllo avanzato completamente fly-by-wire (elettronico-digitale) che garantisce la gestione sicura delle fasi di immersione ed emersione, oltre al controllo della propulsione. Questa tecnologia avanzata consente affidabilità, resilienza e disponibilità operativa, con una rapida transizione fra le modalità di navigazione in superficie e in immersione.
Il sistema di missione OpenSea360 contribuisce alla consapevolezza situazionale in superficie, inclusi navigazione satellitare, radar, radio e videocamere, oltre alle comunicazioni sott’acqua per l’equipaggio. Il VICTA potrà essere lanciato da un porto (dopo essere stato trasportato sul posto con un rimorchio stradale), elicotteri heavy-lift e unità navali di superficie idonee, oltre a essere aviolanciabile da aerei quali C-130 e C-17 (grazie al Maritime Craft Aerial Delivery System – MCADS, di IrvinGQ) con gli operatori già a bordo. Quest’ultima modalità di dispiegamento consente di estendere notevolmente il raggio e la flessibilità d’impiego della DDU.

Lo scafo del VICTA, attualmente nella fase finale di allestimento. Le prove e i test in mare si svolgeranno nel 2021. (SubSea Craft)
Lo scafo del VICTA, attualmente nella fase finale di allestimento. Le prove e i test in mare si svolgeranno nel 2021. (SubSea Craft)
La soddisfazione delle due aziende

Scott Verney, CEO di SubSea Craft, ha aggiunto: “VICTA rappresenta l’inizio di una nuova linea di unità DDU di nuova generazione che trasformeranno le capacità operative per il transito sopra e sotto la superficie del mare. Siamo fiduciosi che con l’expertise di BAR Technologies, le specifiche avanzate dell’imbarcazione ne faranno una soluzione superiore per le tattiche di inserzione ed estrazione furtive in tutto lo spettro delle operazioni marittime.”  
John Cooper, amministratore delegato di BAR Technologies, ha dichiarato: “Al centro di questo progetto c’è la sicurezza dell’equipaggio e dei sommozzatori. Attingendo all’eredità della nostra squadra corse, siamo stati in grado di applicare alcune delle più innovative e avanzate tecniche nella dinamica computazionale dei fluidi, assieme alle nostre principali capacità in-house di simulazione. La capacità di scalare una soluzione per fornire una risposta agile a un requisito complesso è una testimonianza dell’ampiezza e della versatilità della tecnologia marittima, e noi siamo orgogliosi di supportare un progetto così importante.”

Video di presentazione del VICTA. (SubSea Craft)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *