US Army: prosegue il duello tra Bell e Sikorsky-Boeing per il FLRAA

Mar 18 2020
a cura della Redazione
I due competitor sono stati selezionati per lavorare alla riduzione del rischio tecnologico e alla rifinitura del requisito riguardante il Future Long Range Assault Aircraft, l’aeromobile chiamato a sostituire l’UH-60 Black Hawk per fornire capacità di assalto aereo e supporto MEDEVAC all’Esercito statunitense.
I due concorrenti per il programma Future Long Range Assault Aircraft (FLRAA): l’elicottero composito Sikorsky-Boeing SB>1 Defiant (in alto) e il convertiplano Bell V-280 Valor (in basso).
I due concorrenti per il programma Future Long Range Assault Aircraft (FLRAA): l’elicottero composito Sikorsky-Boeing SB>1 Defiant (in alto) e il convertiplano Bell V-280 Valor (in basso).

Il 16 marzo, l’Esercito degli Stati Uniti ha assegnato a Bell Textron e al team Sikorsky-Boeing i contratti per la fase CD&RR (Competitive Demonstration and Risk Reduction) del programma FLRAA (Future Long Range Assault Aircraft) relativo all’elicottero che dovrà sostituire gli ormai vecchi UH-60 Black Hawk a cominciare dall’anno fiscale 2030. In particolare, in questa fase saranno svolte attività di “riduzione del rischio” che metteranno a fattor comune la ricerca condotta dalle agenzie governative e il contributo dei partner industriali con l’obiettivo di accelerare lo sviluppo e prestabilire le modalità di acquisizione del sistema d’arma. Questo lavoro dovrà produrre design concettuali iniziali, stimare la fattibilità dei requisiti ed elaborare studi commerciali utilizzando l’ingegneria dei sistemi basata su modelli. Al termine dei due anni di CD&RR, cioè nel 2022, l’US Army sarà in grado di formalizzare i requisiti finali del FLRAA e lanciare la gara per l’assegnazione del programma.

I due principali concorrenti: il V-280 Valor e l’SB-1 Defiant

A contendersi quello che è uno dei sei più importanti progetti di ammodernamento dell’US Army saranno il V-280 Valor di Bell, un convertiplano, e il SB-1 Defiant (SB>1) del team Sikorsky-Boeing, un elicoplano (o elicottero composito), come tale caratterizzato da un sistema di propulsione supplementare rispetto al rotore principale. I due dimostratori sono stati costruiti per partecipare alla Joint Multi-Role Technology Demonstration (JMR-TD) che ha preceduto la CD&RR ed è servita all’Esercito per comprendere quali tipi di aeromobili fosse possibile sviluppare e con quali caratteristiche di base. Durante questa fase, Bell è riuscita a effettuare 160 ore di volo con il suo velivolo sperimentale nell’arco di due anni, mentre il duo Sikorsky-Boeing è incappato in ritardi dovuti ai problemi riscontrati nella produzione delle pale del rotore, a causa dei quali ha potuto effettuare il primo volo soltamente nel marzo 2019. Nonostante il Defiant abbia volato molto di meno rispetto al concorrente, l’US Army ha ritenuto di disporre di dati sufficienti per passare alla fase successiva del programma FLRAA, accantonando la possibilità di estendere la durata della JMR-TD per dar modo a Sikorsky-Boeing di accumulare altre esperienze.

Un sistema d’arma per operazioni multi-dominio

D’altra parte, la velocità è una delle maggiori priorità del programma. Lo dimostra anche il fatto che il Congresso ha disposto per l’anno fiscale 2020 un finanziamento aggiuntivo di 76 milioni di dollari per le attività di riduzione del rischio tecnologico previste dalla fase CD&RR, che hanno appunto lo scopo di accelerare lo sviluppo del programma. Come ha infatti spiegato il Brig. Gen. Wally Rugen, direttore dei progetti inerenti al programma Future Vertical Lift (che mira a realizzare una nuova famiglia di elicotteri per le FFAA statunitensi), “nella CD&RR cercheremo di sviluppare un sistema d’arma, non il dimostratore tecnologico”. Nei piani dell’US Army, il Future Long Range Assault Aircraft consentirà operazioni multi-dominio, volerà più lontano e più velocemente dei velivoli esistenti e fornirà capacità di assalto aereo e supporto MEDEVAC (evacuazione medica) alle forze di manovra in un ambiente conteso e in continua evoluzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.